THIS IS A SONG OF HOPE

A M.G.: Non te lo scriverò mai di persona. Perchè? Perchè è quello che penso. E ora come ora sei eccessivamente fragile per incassare sia colpi che carezze. Spero un giorno di riuscire a fartela leggere. Spero, insomma, che sopravviverai(-remo) abbastanza a lungo per trovare l'occasione di leggerla insieme. 





E io vorrei riuscire a dartela veramente la speranza. Non so perchè lo scrivo qui, ma da qualche parte dovrò pur sfogarmi. 
La depressione ha preso il sopravvento su di te e io ho lasciato che lo facesse, nonostante ti abbia detto chiaramente che non ti avrei lasciato cadere. Non riuscirò mai a perdonarmelo.. 
Mi hai insegnato che amare vuol dire abbassare le difese, insieme, e io dal canto mio, probabilmente, per insicurezza o orgoglio, per paura di ferirmi, ho tenuto le mie belle alte e forti per troppo tempo, ho iniziato a smontare i miei muri quando, forse, era già troppo tardi. 
Io vorrei insegnarti che c'è sempre speranza, c'è sempre una via d'uscita, vorrei prenderti per mano e condurti verso questa via d'uscita..ma, come al solito, tendo la mano a mani vuote..non riesco a prenderti per mano, non ti fai prendere per mano, e non credo che sia solo a causa del tuo status quo. 
Quando eri davvero sul punto di scolarti due flaconi di diazepam mi sono sentita morire..ho visto il mondo crollarmi addosso. Mi sono sentita inutile, impotente, mi sono sentita stupida..e mi sono sentita un eroe quando hai scelto di non farlo. E questa è la prova che qualcosa in te è ancora viva, brulica, vuole uscir fuori, vuole emergere in pompa magna e spegnere l'incendio che hai dentro..dubito che parlarti in questi termini sia producente, fino ad ora non lo è stato. Dirti che c'è via d'uscita quando tu la via d'uscita non la trovi -o non la vuoi trovare, non fa altro che rafforzare le tue convinzioni, e cioè che vie d'uscita non ce ne stanno. Spero tu capirai presto che non è vero, e spero che ce la farai senza l'aiuto del valium e altri mezzi. Brillavi di una luce meravigliosa che hai deciso di spegnere con le tue stesse mani, e, perdonami, ma non lo accetto. Non riesco ad accettarlo. 
Spero che tu non trovi mai il coraggio di commettere il suicidio che vorresti, nè l'amnesia che speri. Spero tu trovi le sacrosante palle per andare avanti sempre, e comunque. Spero di riuscire a tirartele fuori. 
Penso che da oggi, con te, sarò io a fare la parte dell'agnello, per lasciare a te il ruolo del lupo buono. E spero che tu lupo torni ad esserci per davvero. 
Non sembri più nemmeno tu..ma io so che ci sei. Ci sei in ogni canzone, nelle corde di chitarra, nello squillo del cellulare..ti sento presente come se lo fossi per davvero, e non vorrei illudermi del fatto che queste siano solo le mie stupide proiezioni mentali create ad hoc per sentirmi meno sola. 
Prendimi per mano e non andartene. Non adesso. Ti prego.. 

Non sono stata in grado di capirti..ero troppo impegnata a cercare amore nei tuoi gesti per capire che l'amore in te si stava prosciugando e ti stava uccidendo.. 

Commenti

Post più popolari

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *